I Sartoria prêt-à-porter

DIPLOMA IN SARTORIA PRÉT – À – PORTER / ALTA MODA

Corso Triennale – Milano

Il sarto è una figura fondamentale nella fase di lavorazione e produzione dell’abbigliamento per uomo, donna e bambino.

Realizza artigianalmente capi d’alta moda di fascia medio – alta, ma anche capi su misura per occasioni formali (battesimi, matrimoni, lauree, ecc) e trasformazioni o modifiche di abiti già esistenti.

Il sarto è costantemente aggiornato sulle tendenze della moda e sui nuovi materiali, ha senso estetico, creatività e ottima manualità: la sua figura rimane insostituibile perché garantisce l’alto livello di qualità al capo finito.

Dettagli del corso:

  • Sede: Milano
  • Inizio 1° sessione: 1 Ottobre 2019
  • Inizio 2° sessione: 5 Novembre 2019
  • Durata del corso: 3 Anni
  • Tassa d’iscrizione: 988€
  • Retta annuale: 7930€
  • Tassa esame finale: 300€

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso ha l’obiettivo di formare un professionista capace di lavorare in completa autonomia, supportato da conoscenze tecniche tali da far fronte alle più inattese e stravaganti esigenze dello stilista e del fashion designer, attraverso lo sviluppo di cartamodelli fino alla confezione.
Il corso è soprattutto pratico e si basa sullo sviluppo di modelli che vengono realizzati prima su carta, poi, se necessario, in telina (è il tessuto di prova) e quindi in tessuto. Si parte con la progettazione in grandezza reale delle basi dei corpetti, degli abiti, dei colli e delle maniche, per poi passare alla progettazione e confezione di gonne, camicie, pantaloni e giacche sempre più elaborate.

Successivamente lo studente impara ad interpretare e trasformare i modelli base per ottenere la giusta vestibilità, prima lavorando su carta da modello e poi tagliando e assemblando in telina. Dopo il collaudo i modelli vengono confezionati e rifiniti in tessuto. Al termine del corso lo studente sarà in grado di effettuare tutti i passaggi necessari alla realizzazione ottimale di un capo: prendere le misure del cliente, costruire il cartamodello ed eventualmente la telina, confezionare il capo, collaudarlo e rifinirlo.

OPPORTUNITÀ PROFESSIONALI

  • Lo stilista di Moda può lavorare in proprio, come consulente freelance o dipendente di un ufficio stile presso case di moda più o meno note.
  • Progetta le collezioni con il supporto di un team oppure autonomamente.
  • Si relaziona con il responsabile marketing, il responsabile della produzione, lo stilista, l’ufficio prototipazione, il responsabile qualità e l’ufficio acquisti, coordinando le fasi per la corretta realizzazione del prodotto.
  • Può lavorare in aziende che hanno una produzione di tipo sartoriale o industriale.
  • Per enti di ricerca e sviluppo nel settore abbigliamento e cultura come costumista teatrale, cinematografico e televisivo.

PROGRAMMI DI STUDIO

  • Tecnica del Disegno
  • Studio delle Misure
  • Studio delle Vestibilità
  • Studio delle Basi
  • Modello sartoriale
  • Tecniche di modellistica Alta Moda
  • Tecniche di Modellistica prêt-à-porter
  • Sviluppi e Variazioni
  • Piazzamento su Tessuto
  • Realizzazione prototipo
  • Sdifettamento
  • Capacità Ideativa
  • Sviluppo Taglie
  • Tecniche di Progettazione
  • Controllo Costi e Consumi
  • Controllo di Qualità
  • Tele, Adesivi, Fodere
  • Scheda Tecnica
  • Tecniche di Confezione Sartoriale
  • Tecniche di Confezione Industriale
  • Modelli ideati dallo studente

ESAMI E VERIFICHE

I docenti effettuano test di verifica trimestrali seguendo l’avanzamento del piano di studi in modo da controllare l’andamento dello studente per poterlo aiutare in caso di difficoltà o ritardo sul programma.
Concluso il programma del corso con esito positivo, l’allievo può accedere all’esame finale per il conseguimento del diploma di qualifica professionale di Sartoria prêt-à-porter.
Una commissione esterna costituita da professionisti del settore esamina la collezione di moda progettata dallo studente.
Una volta presentato il proprio lavoro, lo studente dovrà essere in grado di rispondere alle domande degli esaminatori e sostenere possibili obiezioni, dimostrando di aver raggiunto
una certa sicurezza nel trattare l’argomento schede tecniche; l’allievo dovrà illustrare i contenuti tecnici del proprio lavoro e sostenere eventuali obiezioni da parte dei  commissari, dando prova della propria maturità professionale.